Non prendetevela con i pedoni

Capita di sentire biasimare i pedoni di assumere comportamenti troppo rischiosi e di essere quindi essi stessi i responsabili dei numerosi incidenti mortali che li vedono coinvolti. Ma è semplice attraversare in sicurezza una strada? Chi è da biasimare quando un pedone muore?

di Anna Semlyen e Rod King

La vita sociale sarebbe molto limitata se ci fosse concesso di attraversare le strade solo agli incroci semaforizzati. Non è un’ipotesi realistica. In Gran Bretagna accettiamo che i pedoni possano avere la necessità di attraversare le strade anche in assenza di semafori, strisce pedonali o isole salvagente.

Le statistiche mostrano che i Britannici stanno fanno sempre meno esercizio fisico e stanno diventando sempre più obesi. Come conseguenza camminano più lentamente.  Poi c’è da tenere presente che i bambini piccoli camminano più lentamente di un adulto. Anche chi deve usare una carrozzina manuale o elettrica, chi spinge un trolley per la spesa o ha bisogno di un’ausilio per la deambulazione si sposta a una velocità ridotta: spesso ha bisogno di tempo per salire e scendere dal marciapiede o superare qualsiasi genere di ostacolo.

In assenza di attraversamenti pedonali i pedoni devono individuare un momento nel quale la distanza tra due auto è tale da consentire loro di attraversare in sicurezza. La maggior parte dei pedoni ha bisogno di 4/6 secondi per attraversare una strada a due corsie, ma alcuni hanno bisogno di 10/12 secondi a causa della loro ridotta mobilità. La possibilità che si presenti un tale intervallo di tempo tra il passaggio di due autoveicoli dipende da diversi fattori quali i volumi e la densità del traffico, l’ora del giorno e – importantissima – la velocità dei veicoli. Attualmente i pedoni danno per acquisito che, dove c’è il limite di 30 mph (50 km/h) gli autoveicoli eccedono il limite legale, dato che il 49% degli automobilisti non lo rispetta e la polizia tende a non punirli per velocità sotto le 36 mph (58 km/h).

  • A 36 mph un intervallo di 5 secondi corrisponde a una distanza di 80 metri mentre un intervallo di 10 secondi a una distanza di 160 metri
  • A 18 mph un intervallo di 5 secondi corrisponde a 40 metri; 10 secondi a 80 metri.

Quanto spesso è possibile valutare la distanza in entrambe le direzioni di un autoveicolo che si trova circa a 160 metri da noi? Il campo visivo è spesso ostacolato da vetture in sosta su entrambi i lati della strada, da angoli e vari tipi di interferenze visive – non c’è da meravigliarsi se anziani e bambini fanno fatica ad attraversare in sicurezza in queste condizioni.

Il pericolo è ancora più grande per i bambini. Alcune ricerche condotte dalla Royal Holloway hanno dimostrato che i minori di 11 anni non possono valutare in modo affidabile la velocità di un veicolo che si muove sopra le 20 mph a causa della loro percezione visiva non ancora completamente sviluppata.

Dimezzare le velocità veicolari raddoppierebbe la facilità di attraversamento pedonale. Inoltre ridurrebbe l’energia cinetica (che uccide e rovina la gente) di un fattore quattro. Il limite di 20 mph riduce la pericolosità imposta alla società dai veicoli a motore.

Articolo originale (PDF): Don’t blame the pedestrians

#################

Rod King è fondatore di 20′s Plenty for Us, una organizzazione inglese di volontari nata nel 2007 per aiutare le comunità locali che vogliono limiti di velocità più bassi sulle strade urbane. 20′s Plenty lavora con gruppi locali in tutto il paese così come si impegna a fare pressioni a livello di Amministrazioni Locali e di governo centrale.
Contatti: http://www.20splentyforus.org.uk
Email: rodk@20splentyforus.org.uk

Anna Semlyen è insegnante di Yoga e consulente per il traffico, oltre che consigliere comunale a York. Si occupa delle campagne di informazione di 20 is plenty; ha scritto un manuale – obbligatorio per chi voglia ridurre il ricorso all’automobile – dal titolo  Cutting Your Car Use (115,000 copie vendute).

Email: anna.s@20splentyforus.org.uk

Un pensiero su “Non prendetevela con i pedoni

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...