La storia del carpooling negli USA – I

La parola “carpooling” di solito richiama immagini degli anni settanta: stazioni di servizio con avvisi “carburanti esauriti”, code ai distributori e pantaloni a zampa di elefante. Per molte persone il car pooling riporta alla mente antiche e affascinanti abitudini che sono passate di moda al termine della primi crisi petrolifera.

Ma secondo una pubblicazione del Rideshare Research del MIT la storia del carpooling è vecchia quasi quanto l’invenzione dell’automobile stessa, e si è svolta ben oltre i suoi giorni di splendore degli ultimi anni settanta

Il fenomeno del car pooling vide la luce poco dopo l’entrata sul mercato del modello T della Ford, la prima automobile concepita per le classi medie. Alla fine del 1914 in USA era in corso una crisi economica e nello stesso tempo le vie delle città americane erano inondate da queste nuove automobili economiche. A San Francisco gli automobilisti più intraprendenti cominciarono a offrire posti auto al prezzo di un biglietto del tram (a San Francisco indicato con il nome di jitney). In nove mesi questa moda si era diffusa fino alla costa orientale.

Ma nel momento nel quale l’improvvisa esplosione del carpooling dimostrava le sue enormi potenzialità, dava anche la stura a violente reazioni delle compagnie di trasporto pubblico che godevano dell’appoggio delle istituzioni locali e regionali. Da allora la popolarità del car pooling è dipesa dalle politiche dei governi. Nel 1918, nuove regole sulla responsabilità degli automobilisti riuscirono a ridurre il car pooling del 90%.  (Eckert & Hilton, 1972).

Il car pooling rimase un fenomeno marginale fino alla seconda guerra mondiale, quando il bisogno di riservare risorse allo sforzo bellico unì istituzioni e compagnie petrolifere in una campagna promozionale da 8 milioni di dollari (100 milioni in dollari di oggi) per convincere gli automobilisti a raccogliere passeggeri durante i loro percorsi (US PAW, 1946). E’ nell’ambito di questa campagna che venne pubblicato il famoso manifesto “When you ride alone you ride with Hitler” (quando guidi da solo guidi con Hitler).

Quello che è interessante è che il carpooling venne promosso in collaborazione con le compagnie petrolifere e automobilistiche (Amey, 2010). Questa partnership tra pubblico e privato, la massiccia campagna di sensibilizzazione e il senso diffuso di emergenza nazionale si dimostrarono estremamente efficaci nel cambiare le abitudini di consumo.

L’importanza del carpooling scese di nuovo non appena venne data meno importanza al risparmio di materie prime, nel boom che seguì la seconda guerra mondiale. Ma l’interesse delle istituzioni crebbe di nuovo nel 1974 in seguito all’embargo petrolifero, quando il presidnete Nixon firmò l’Emergency Highway Energy Conservation Act, nel quale vennero stanziati fondi pubblici per iniziative volte a stimolare il car pooling. I – continua

Articolo originale

########

L’autore
Jef Cozza è direttore per le operazioni USa di Amovens, una piattaforma web di carpooling. Ha precedentemente collaborato con il Financial Time e Latin Finance occupandosi di finanza in America Latina. Ha al suo attivo molti articoli in tema ambientale.

2 pensieri su “La storia del carpooling negli USA – I

  1. Anche in Italia il carpooling sta tornando a diffondersi. Grazie alle nuove tecnologie (applicazioni mobili, e l’enorme diffusione di Internet) la comunicazione tra le persone diventa sempre più semplice ed immediata, permettendo di accordarsi per viaggiare insieme in modo tale da risparmiare sulle spese del carburante, risparmiare tempo e ridurre le emissioni di CO2.

    Il carpooling è un ottimo sistema di trasporto specialmente per i pendolari, per gli studenti, e per chi viaggia spesso. In Italia è possibile offrire o cercare un passaggio su http://www.carpooling.it, sito web gratuito in forte crescita, grazie ai tantissimi viaggi inseriti ogni giorno in tutte le città!
    Il sito permette di fare carpooling anche via smartphone, tramite le applicazioni Android (http://www.carpooling.it/pages/mobile_android) ed iPhone (http://www.carpooling.it/pages/mobile_iphone)!

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...