World Transport Policy and Practice: estate 2011

Il  Journal of World Transport Policy and Practice rappresenta ormai da lungo tempo il partner su carta stampata di World Streets e della New Mobility Agenda. Il numero dell’estate 2011 pubblica articoli di Bruce Appleyard, Joshua Hart e Graham Parkhurst, Peter Newman e Jeff Kenworthy. Quello che segue è l’editoriale scritto da John Whitelegg, direttore della rivista.
EDITORIALe

– John Whitelegg, Editor

In questo numero potete trovare un articolo di Bruce Appleyard dagli USA, scritto per l’introduzione della nuova edizione di Livable Streets. Questo saggio, scritto da Donald Appleyard nel 1981 è uno dei più importanti testi pubblicati negli ultimi 40 anni. Identifica subito la strada urbana come un importante fattore ambientale e un elemento della maggiore importanza del senso di socialità, di vicinato, di amicizia e di vita comunitaria.

Donald Appleyard aveva compiuto un enorme balzo in avanti, lasciando molto indietro il mondo pacchiano dell’economia dei trasporti, delle analisi costi-benefici, della costruzione di autostrade e dell’insano concetto di più alti livelli di mobilità automobilistica come motori di una più alta qualità di vita. Il suo messaggio stabilisce un nuovo paradigma e ad onta della maggior parte dei professionisti dei trasporti e dei politici che prendono decisioni in questo campo il suo messaggio è stato diluito, distorto o ignorato.

Il libro di Appleyard inizia con la frase: “Quasi tutti nel mondo vivono in una via”. E continua definendo i due obiettivi del suo lavoro:

  • Analizzare cosa vuol dire vivere su vie con livelli di traffico differenti;
  • Cercare i modi per rendere le vie urbane più sicure e vivibili.
Questi due obiettivi corrispondono in gran parte allo spirito e alle intenzioni di World Transport Policy and Practice e la nuova edizione di Livable Streets sarà calorosamente accolta da chiunque viva in una via e vorrebbe vedere la vita migliorare attraverso la valorizzazione degli spazi urbani piuttosto che la loro riduzione a semplici vasi comunicanti per i rapidi spostamenti di ammassi di lamiera.

L’articolo è seguito da un’applicazione pratica della metodologia di Donald Appleyard: Joshua Hart e Graham Parkhurst riferiscono di un’applicazione pratica del concetto di “Livable Streets” a Bristol che conferma le originali intuizioni sugli impatti negativi del traffico sulla socialità e sulla convivialità e sul bisogno di instaurare un nuovo paradigma di trasporto che metta la via e la vita umana in cima alle priorità e non da qualche parte dopo il bisogno di velocità degli automobilisti che attraversano un’area residenziale per andare in palestra a tenersi in forma.

Infine un altro importante contributo di Peter Newman e Jeff Kenworthy. Nel loro articolo definiscono il concetto di “picco dell’uso dell’auto” e suggeriscono che potremmo “essere i testimoni dell’inizio della fine della dipendenza dalle auto nelle città”.  Gli autori identificano le dimensioni di scala di questo declino e ne ipotizzano sei possibili cause e il suo potenziale significato per il futuro della progettazione urbana, dell’ingegneria e della finanza. Se si tratta di un fenomeno destinato a durare per i prossimi 30 o 40 anni allora possiamo guardare con fiducia a un futuro nel quale i desideri di Donald Appleyard sulla centralità dell’uomo possano diventare una realtà diffusa.

# # #

– – – > Per una copia di WTPP 17/2 click here.

L’autore:

John Whitelegg è docente di Sostenibilità dei Trasporti alla Liverpool John Moores University e di Sviluppo Sostenibile alla University of York’s Stockholm Environment Institute, fondatore ed editore del Journal of World Transport Policy and Practice. E’ Consigliere comunale a Lancaster e dirigente del Green Party nel North West England.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...