Pendolari sulla strada del divorzio – II

Una geografa dell’Umea University, Svezia, ha appena pubblicato una ricerca che dimostra come le persone che abitino a più di 45 minuti di distanza dal luogo di lavoro presentino un rischio di divorzio maggiore del 40% rispetto alle coppie con la residenza più vicina all’impiego.

Erika Sandow ha raggiunto queste conclusioni dopo avere analizzato i dati di due milioni di coppie svedesi su un periodo di dieci anni. Sandow riconosce che il reddito individuale di solito cresce in proporzione alla lunghezza degli spostamenti pendolari – più spesso per gli uomini, fa notare – ma in tali casi il partner di solito perde reddito, accetta lavori meno qualificati e attraenti, o si trova sovraccaricato di responsabilità famigliari. Il comunicato stampa di Sandow conclude:

Anche se l’espansione geografica dei mercati è una buona cosa per la crescita, implica dei costi sociali conseguenti ai lunghi tempi di viaggio che dovrebbero venire considerati nell’analisi costi / benefici.

L’intero studio non è ancora disponibile, così è difficile analizzare nel dettaglio questi risultati. La Sandow stessa ha offerto alcune interpretazioni al giornale svedese The Local: per qualche motivo questo coppie possono essere più deboli in partenza. Dice anche che se la coppia sopravvive al primo anno di pendolarismo allora ha buone probabilità di farcela.

I risultati della ricerca sono coerenti con un crescente filone di ricerca che dimostra una relazione negativa tra il pendolarismo e il benessero. Slate ha presentato una attenta recensione della letteratura in questo campo la settimana scorsa. Spostamenti pendolari molto lunghi corrispondono a bassi livelli di felicità, alti livelli di stress e di solitudine, a una maggiore predisposizione alla malattia. Scrive Annie Lowrey:

In definitva odiamo fare i pendolari. E’ una situazione associata a un aumento del rischio di obesità, di divorzio, di dolori cervicali, di stress, di preoccupazioni e di insonnia. Ci fa mangiare peggio e ci rende più sedentari. Eppure continuiamo a fare i pendolari.

In parte questo pesante pedaggio psicologico è dovuto a quello che viene indicato come “errore di pesatura”. Detto in due parole questo concetto ci dice che noi sopravvalutiamo l’enorme sala per gli ospiti che adoperiamo due volte all’anno e sottovalutiamo l’ora e mezza e più di guida quotidiana alla quale ci siamo appena condannati per i prossimi trent’anni.

Articolo originale: New Report: Long Commutes Are Relationship Killers

Qualche altro accenno su pendolarismo e divorzi su Nuova Mobilità: Pendolari  sulla strada del divorzio

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...