Che percentuale di spazio destinate a utilizzi non automobilistici?

Nelle classifiche di vivibilità dei centri urbani di tutto il mondo compaiono spesso fattori come la percentuale di spazio dedicata a pedoni, biciclette e autobus. E chi ne ha di più guadagna posizioni in classifica. Ma sappiamo tutti che questi spazi sono comunque insufficienti quasi dappertutto. Perchè non provare, con certosina pazienza, a valutare gli effetti delle politiche di un’amministrazione con il metodo utilizzato da Streetsblog New York?

Il grafico che potete trovare più avanti illustra graficamente la situazione delle destinazioni d’uso degli spazi pubblici di New York, dopo quattro anni di lavoro durissimo svolto dall’amministrazione in collaborazione con molte associazioni per aumentare lo spazio a disposizione di pedoni, biciclette e autobus. La  montagna ha partorito un topolino: meno dello 0.5% dello spazio di New York è stato sottratto alle auto. E nella vostra città? Le cose vanno un po’ meglio?

di Noah Kazis

Ci sono più di 1.500.000.000 piedi quadrati di spazio pubblico a New York. Secondo delle approssimative stime di Streetsblog, utilizzando della valutazioni molto generose sui recenti cambi di destinazione d’uso, meno dello 0.5 % di questo spazio è stato destinato a biciclette, autobus e pedoni.

“La guerra alle auto è entrata in orbita” urlava il New York Post in un recente articolo sulle telecamere per il controllo della velocità. Un editoriale del Daily News a sostegno dei miglioramenti della sicurezza proclamava che “la battaglia alle auto ha salvato delle vite”.  Il Times dichiarava di fatto il mese scorso che “New York negli ultimi anni ha fatto molta strada per soddisfare i bisogni dell’utenza non motorizzata”. Non importa da dove arrivino le notizie, sarete sempre perdonati se penserete che negli ultimi tre anni e mezzo sia avvenuta una vera e propria rivoluzione nelle vie della città.

Mentre il Dipartimento dei Trasporti ha compiuto dei passi molto importanti per migliorare la sicurezza e la mobilità dei Newyorkesi, la verità è che la stragrande maggioranza delle vie cittadine sono sempre più o meno le stesse. Abbiamo fatto qualche semplice calcolo aritmetico per capire quanto spazio sia stato tolto alle auto per essere destinato a ciclisti pedoni e autobus negli ultimi anni. La risposta: non molto, circa lo 0.5 per cento.

Per entrare nel merito delle cifre, cominiciamo con l’argomento più citato dalle prime pagine della stampa locale: le corsie ciclabili. Tra l’estate del 2007 e l’estate del 2010 sono state introdotte 14.8 miglia di piste ciclabili separate dal traffico e 130.9 miglia di corsie ciclabili evidenziate da apposite strisce colorate sulla sede stradale.  [PDF].

Partendo dal presupposto che le piste ciclabili separate dal traffico siano larghe 11 piedi, la larghezza cioè delle piste di Prospect Park West e della Columbus Avenue comprendente anche la zona cuscinetto, possiamo calcolare che circa 860 mila piedi quadrati sono stati destinati a questo tipo molto controverso di pista ciclabile. [PDF]

Per le corsie ciclabili su sede stradale, abbiamo utilizzato come generoso presupposto la larghezza di 6 piedi più altri tre piedi di spazio cuscinetto, sul 20% delle piste, tra pista e carreggiata automobilistica. In questo modo si totalizzano 4.562.000 piedi quadrati.

Per quanto riguarda le nuove corsie preferenziali, ne abbiamo calcolate circa 15.5 miglia larghe 12 piedi per ogni senso di marcia [PDF], per un totale di 1.964.000 piedi quadrati.

Lo spazio destinato sia alle corsie preferenziali che alle piste ciclabili è probabilmente sovrastimato. Per esempio il calcolo comprende tutti gli spazi riservati che attraversano gli incroci, che sono condivisi con le automobili che li attraversano.

Valutare l’ammontare dei nuovi spazi pedonali è una questione più complicata. Gli spazi pedonali sono parte di tutti gli altri tipi di progetti, dalle fermate degli autobus alle corsie ciclabili, dalle piazze ai miglioramenti introdotti dal progetto “Safe Streets for Seniors”. E’ difficile fare un calcolo preciso e nemmno al Dipartimento dei Trasporti sanno indicare quanto spazio pedonale hanno creato negli ultimi tre anni e mezzo.

Ma qualche cifra indicativa la possiamo fornire. Il progetto di punta del Dipartimento dei Trasporti in questo senso è stato Green Light for Midtown, grazie al quale sono stati costruiti 65.000 piedi quadrati di nuovi spazi pedonali, secondo un rapporto del Dipartimento dei Trasporti. Quando la prima fase del programma di spazi pedonali sarà completata, avremo a disposizione un totale di 92.000 piedi quadrati di nuovi spazi. Ci sono poi dozzine di progetti più piccoli ma è difficile immaginare che il totale di nuovi spazi pedonali possa superare i 2 milioni di piedi quadrati

Di fronte a queste cifre, il piano municipale di gestione delle tempeste [PDF] riporta che sulla città di sono circa 35.933 acri – equivalenti a 1.565.241.480 piedi quadrati – di spazio urbano in tutta New York.

In altre parole il totale di spazio stradale tolto alle auto per essere dato a biciclette, autobus e pedoni equivale a meno dello 0.5 per cento della rete stradale. E questo con la generosa concessione degli spazi condivisi agli incroci. Piaccia o non piaccia, la “guerra alle automobili” esiste solo nelle fantasie affamate di conflitti dei media, non sulle strade di New York.

Articolo originale: There is no war on cars

# # #

L’autore

Noah Kazis è arrivato a Streetsblog all’inizio del 2010, dopo aver collaborato con TheCityFix. Da bambino collezionava gadget provenienti dalla metropolitana.

Si è poco laureato a Yale  con una laurea sull’importanza delle classi sociali nelle politiche dei trasporti a New York.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...