CO2 dalle auto in diminuzione?

A Nuova Mobilità siamo amanti delle buone notizie. Al punto da rischiare di sembrare molto ingenui. Ma in realtà scegliamo questo atteggiamento perchè preferiamo l’ottimismo della volontà al pessimismo della ragione, il cui spirito critico dovrebbe rimanere sempre bene all’erta. Qui di seguito la notizia del calo delle emissioni di CO2 prodotte dal settore automobilistico. Sensazionale no?

Epa: in calo le emissioni di CO2 del settore automobilistico

L’Agenzia americana di protezione dell’ambiente ha pubblicato il suo report annuale sulle emissioni delle automobili e sul rendimento dei carburanti. Entrambi questi dati stanno migliorando costantemente dal 2005. L’anno scorso, la media delle emissioni di anidride carbonica è stata di 397 grammi per ogni miglio percorso

Per il sesto anno consecutivo, l’Epa (l’Agenzia americana di protezione dell’ambiente) ha rilevato una diminuzione media delle emissioni di anidride carbonica media (CO2) e un lieve aumento del rendimento medio dei carburanti per automobili nuove e veicoli commerciali leggeri. L’Agenzia lo sostiene nel rapporto annuale intitolato “Light-Duty Automotive Technology, Carbon Dioxide Emissions, and Fuel Economy Trends: 1975 through 2010”. L’Epa pronostica, sulla base dei dati di forniti dalle case automobilistiche per il 2009, che nel giro di poco tempo si possa arrivare ad emissioni medie di 395 grammi di CO2 per miglio (un miglio equivale a 1,609 chilometri) e a consumi medi di 22,5 miglia per gallone (mpg).

L’anno scorso, le emissioni medie di CO2 dei veicoli nuovi sono state di 397 grammi per miglio e il valore medio di consumo di carburante si è attestato sulle 22,4 mpg. Dal 2005 ad oggi, si legge ancora nel dossier, le emissioni medie di inquinanti dovute al settore automobilistico sono calate del 14%, in maniera proporzionale all’aumento dell’efficienza dei carburanti, che è cresciuta del 16%. Il miglioramento di entrambi questi parametri, stando alle stime dell’Epa, è stato costante negli ultimi cinque anni, a differenza di quanto era accaduto tra il 1987 e il 2004, quando il trend era inverso. Segno, evidentemente, del successo delle recenti politiche in favore dei veicoli a basse emissioni.

######

Questa la notizia, riportata dal blog Eco delle Città. In realtà il titolo dice una cosa leggermente diversa da quanto riportato nell’articolo: infatti la “diminuzione media delle emissioni di anidride carbonica media (CO2) e un lieve aumento del rendimento medio dei carburanti per automobili nuove e veicoli commerciali leggeri” non costituisce affatto una garanzia di riduzione effettiva delle emissioni prodotte dal parco auto circolante. Infatti queste ultime dipendono da numerosi fattori fra i quali il numero di veicoli in circolazione, le percorrenze medie e le condizioni di guida del veicolo solitamente molto diverse da quelle artificialmente create nei laboratori delle industrie automobilistiche. Per incidere su questi fattori e quindi sulle emissioni realmente emesse dal traffico automobilistico le soluzioni sono da ricercare in ambiti ben diversi da quello della pura innovazione tecnologica.

Quindi una buona notizia che in realtà è una non notizia.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...