Per un Codice degli Spazi Pubblici

Il Codice della Strada: una serie di leggi, regole e pratiche imposte a tutti gli utenti della strada che serve da base scritta sia per l’apprendimento della guida degli autoveicoli sia per redigere gli atti preposti a regolamentare i diversi ambiti implicati nell’utilizzo delle strade (patente, standard minimi di sicurezza, regole di default etc). In Europa i diversi codici della strada hanno una valenza nazionale, con qualche spazio per eventuali modifiche a livello locale. Negli USA è una competenza dei singoli stati. In ogni caso il codice stesso è una creatura dell’era automobilistica ed è ispirato principalmente dalla necessità di definire il ruolo, le caratteristiche e il comportamento dell’automobilista.

Molte città Europee stanno finalmente cominciando a considerare l’idea di riformare in senso restrittivo il codice della strada, pensando di adattarlo alle specifiche esigenze della guida nel traffico urbano. Questo sta diventando particolarmente importante dato che vediamo un sempre maggiore mix di veicoli, velocità e persone percorrere le strade cittadine. Se queste fossero solo per le automobili, questa esigenza non sarebbe prioritaria. Ma se le strade sono degli “spazi pubblici” aperti a qualsiasi tipo di utilizzo, allora forse è necessario fare qualcosa in questo senso.

L’idea è che la responsabilità legale per qualunque incidente sulla strada, marciapiede o spazio pubblico venga automaticamente assegnata al veicolo più veloce e più pesante. Questo significa che l’automobilista che investe un ciclista deve provare la propria innocenza, al contrario di quanto succede oggi dove è il ciclista a dover provare la responsabilità del conducente dell’automezzo (cosa non sempre facile). Tale principio è già stato fatto proprio dalle recenti riforme dei codici di Francia e Belgio.

Non si tratta di un’idea altrettanto efficace di quella, magnifica, di John Adams che nel 1995 proponeva che ogni volante fosse dotato di un enorme e affilato punteruolo puntato direttamente al cuore del conducente, ma può sicuramente aiutare a muovere le cose nella direzione sperata.

Questa proposta è il tema di una campagna lanciata da World Streets alla quale siete invitati ad aderire postando i vostri commenti qui sotto oppure all’articolo originale su World Streets. Tra l’altro in Italia l’argomento è di stringente attualità in quanto nei prossimi mesi il Parlamento discuterà proprio della riforma del nostro Codice della Strada.

Links:

Livable Streets discussions of Street Code
What is Street Code? (che ringraziamo per l’uso della grafica)
Code de la rue – Belgium
Code de la rue – France
Code de la rue – Wikipedia italia Siete invitati a migliorare la voce.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...