Tribuna – Jan Gehl: Prima le persone

L’esperienza di Copenaghen

 

– Jan Gehl, Gehl Architects, Copenhagen, Denmark

Le società contemporanee si trovano di fronte a molte sfide: dalle crescenti emissioni di CO2 alla dipendenza da risorse energetiche in esaurimento, dal crescente isolamento sociale all’obesità epidemica. Tutte queste sfide hanno costi altissimi, monetari e ambientali e tutti pagano un prezzo. Crediamo che molte di queste sfide possano essere affrontate pensando prima alle persone nella progettazione urbana.

Il significato della pianificazione per la gente

Se la popolazione urbana fosse stimolata ad utilizzare gli spazi pubblici camminando o pedalando, gli effetti riguardanti queste sfide sarebbero altamente positivi. Potrebbe sembrare banale dire che più piste ciclabili comportano un aumento dei ciclisti, una rete pedonale molto interconnessa comporta un aumento dei pedoni, un sistema di trasporto pubblico ben funzionante comporta un aumento della sua utenza – mentre più strade comportano più automobili. Sembra semplice. Sempre più studi dimostrano che un ambiente favorevole a pedoni e ciclisti non ostacola l’economia locale. Al contrario questa viene favorita in quartieri che danno la priorità alla mobilità dolce, e le città più vivibili attraggono affari e investimenti.

Progettazione per tutti

La creazione di spazi pubblici gradevoli rende possibile a diversi gruppi sociali di incontrarsi su un piano di parità. SE vogliamo prendere sul serio la progettazione per la gente dobbiamo dare a tutti la possibilità di spostarsi – è un elemento chiave nelle società odierne. Garantire buone condizioni di spostamento a chi non ha l’auto dà a più persone la possibilità di essere realmente una parte della società.

Lezioni da Copenhagen

Negli ultimi 45 anni Copenhagen, Danimarca, si è costantemente impegnata a rendere migliore la vita dei suoi abitanti e, nel 2008, la città è stata dichiarata la migliore al mondo per qualità di vita. Questo risultato è conseguenza di una strategia volta distogliere l’attenzione dalla cultura dell’auto e focalizzarla sulle necessità di creare un ambiente accogliente, che favorisca la creazione di spazi pubblici di qualità, grazie al trasporto pubblico e altri servizi. Per esempio, il 36% degli abitanti di Copenhagen va al lavoro in bicicletta – un mezzo di trasporto completamente salutare, democratico e sostenibile. Il nostro obiettivo è di arrivare al 50% nel 2015.

Le città Nordamericane

La “Progettazione per la gente” può rendere le città più sicure, più rispettose dell’ambiente, più vivibili e più salubri. Attualmente, Gehl Architects sta lavorando con diverse città degli Stati Uniti tra le quali New York, Seattle e San Francisco, in uno sforzo congiunto per rendere queste città ancora più grandi. Speriamo che la nuova amministrazione Obama sostenga e guidi questi sviluppi in modo ancora più deciso in futuro.

Jan Gehl jan@gehlarchitects.dk
Gehl Architects – Urban Quality Consultants, http://www.gehlarchitects.com
Copenhagen, Denmark Print this article

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...