10 motivi per cui odio le automobili (e gli automobilisti)

In risposta all’articolo pubblicato ieri sulle biciclette ed i ciclisti, firmato da un esasperato anonimo automobilista, sono arrivate una serie di reazioni tra le quali segnaliamo questo originalissimo intervento di Ezra Goldman che prende chiaramente le distanze da quanto espresso ieri dall’articolo anonimo (che consigliamo di leggere per primo, qualora non lo aveste ancora fatto). Le parti in grassetto sono quelle che differenziano le due posizioni.

Caro Editore,

spero davvero che questa lettera verrà pubblicata. Il punto di vista dei ciclisti non viene preso in sufficiente considerazione dalle autorità pubbliche, visto che mi pare abbiano inondato di auto qualunque angolo di questa città. Quello che chiedo è solo un atteggiamento più neutrale ed equo. Le mie ragioni?

  1. Prima di tutto, il progresso avrebbe dovuto eliminare tutte queste auto. E’ estremamente irritante il fatto che dopo aver speso tutti questi soldi per rendere le città sicure per le persone ci siano ancora degli automobilisti che si mettono di traverso sulle strade. Non è giusto.
  2. I mezzi di per sè non sono assolutamente moderni. Li trovo disgustosi, deboli, inutilmente sovrapotenziati… roba per machi con scarso quoziente intellettivo.
  3. Si mettono sulla strada delle nostre bici rendendo nervosi i ciclisti come me (cioè tutti). Questo ci distrae ed è causa di incidenti che spesso ci uccidono. E anche questa è una cosa che non ci piace.
  4. Non so se ci potete credere, ma ci sono anche delle città che hanno speso gli ultimi 70 anni a togliere spazio alle persone per riservarlo alla circolazione motorizzata. Questo atteggiamento è assolutamente reazionario e patologico. Non possiamo permettere che continui.
  5. E adesso sento che qualcuno sta perfino arrivando a togliere alle persone degli ottimi parchi. Eppure sappiamo tutti che l’abbondanza di spazi verdi, preferibilmente facilmente accessibili, è la chiave del successo di una città.
  6. Gli automobilisti non mi piacciono. Si pongono sempre in un atteggiamento di supposta superiorità morale. Sono arroganti. Non sanno stare al loro posto. Li trovo viscidi, aggressivi e minacciosi. Mi dà parecchia paura il fatto di  non essere protetto dalla loro presenza da qualche sistema di sicurezza.
  7. Sono una minaccia quando devo percorrere il breve tratto a piedi che mi separa dalla mia destinazione quando ho parcheggiato la bicicletta. Sono molto pericolosi.
  8. Sembrano spazzatura. Avete mai visto migliaia di automobili parcheggiate in qualunque spazio pubblico?
  9. Per fortuna l’industria dell’auto sta perdendo potere economico e politico, così alla fine le biciclette prevarranno. Molte più biciclette.
  10. E poi, lo sapete? Non pagano nemmeno per lo spazio pubblico che occupano e per tutto l’inquinamento e le morti che causano. Questo è proprio ingiusto.

Non ne posso più e non ne voglio più sapere di loro! Spero che anche voi non ne possiate più e siate pronti a fare qualcosa. Dobbiamo unirci per combattere questa minaccia.

###############

Nota: il primissimo prototipo di automobile venne realizzato nel 1672, ma la vettura che viene considerata ufficialmente la “prima automobile” venne progettata da Karl Benz negli anni 80 del XIX secolo. Le biciclette cominciarono a venire costruite all’inizio dell’800. L’attuale design, inizialmente indicato con “safety bicycle” venne realizzato sempre negli anni 80 del XIX secolo. In altre parole sia l’auto che la bicicletta sono entrambe ugualmente vecchie. Quindi ad entrambe si addice il termine “non moderno”. Se vogliamo davvero portare avanti il confronto e il dibattito dovremmo andare oltre le mail di reciproco disgusto e trovare un terreno comune sul quale lavorare.

#################

L’autore

Ezra Goldman, antropologo e urbanista, sta attualmente frequentando l’Università di Copenhagen. E’ particolarmente interessato al futuro della mobilità urbana sostenibile, al ciclismo e ai sistemi di condivisione dei viecoli. Il suo blog collaborativo “On our own two wheels” ha lo scopo di funzionare da fulcro di collegamento per i ciclisti di tutto il mondo che vogliano condividere in modo informale le loro esperienze quotidiane. Aspirazione del blog è quella di ottenere almeno un contributo da tutti i paesi del mondo. Potreste pensare di mandargli il vostro.

##################

L’autore dell’articolo di ieri

Voci sempre più insistenti sembrano dare delle indicazioni sulla reale provenienza dell’articolo di ieri, dal quale questo ha preso spunto. Qualcuno ha perfino suggerito che World Streets (dove potete trovare sia il pezzo di ieri che quello di oggi in inglese) possa essere stato vittima (o forse l’autore) di uno scherzo. Questo non è gentile. Sotto questa pressione Eric Britton di World Streets ha dovuto rivelare il nome e l’identità del pezzo apparso ieri sul nostro blog: Don Carleone

Pare che sia una figura con la quale a World Streets si trovano talvolta ad avere a che fare, come potete vedere in questo post pubblicato su Grist nel 2001. Non è quindi la prima volta che il Don si interessa a problemi economici, sociali e di mobilità. Sembra uno che si è reso conto della possibilità di fare molti soldi con la nuova mobilità. Ci piacerebbe che ci fossero più persone consapevoli di questo.

About these ads

4 pensieri su “10 motivi per cui odio le automobili (e gli automobilisti)

  1. Io, personalmente, non sono assolutamente d’accordo ne con “il pavido anonimo” ne tantomeno con l’Antropologo Urbanista, di cui peraltro condivido i “temi”.

    In qualche maniera, nel loro insieme ambo di due articoli da blog, mi sembra solo di intravedere le motivazioni di due “semplici” (stupida l’anonima e intelligente l’altra) persone.

    Insomma, complimenti per il blog.

    Rispondi
  2. Il problema oltre che le pessime abitudini degli automobilisti e spesso la loro arroganza è la mancanza di percorsi sicuri per le biciclette. Oltretutto molti pessimi automobilisti non sono da meglio su una bicicletta secondo me!

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...