La bici leva dell’economia urbana.

Quante volte sentiamo dire che togliere la possibilità di parcheggiare un’auto davanti a un esercizio commerciale significa condannarlo alla chiusura? Potrebbe non esserci niente di più sbagliato. Lo spazio urbano può presentare alternative molto più convenienti della destinazione a parcheggio per auto. Una di queste può essere la destinazione a parcheggio per bici.

di Elly Blue

L’uso dell’auto e quello della bicicletta hanno una cosa in comune che quasi sempre è frustrante, causa di perdite di tempo, portatrice di conflitti e potenzialmente molto costosa.

Il parcheggio.

Non importa quanto facilmente potete attraversare la città pedalando, quanto ben sincronizzati siano i semafori o quanto ben disposte le piste ciclabili. Tutto questo non serve a niente quando arrivate al lavoro, al supermercato, al concerto e non sapete dove lasciare il vostro mezzo.

Peggio ancora, vi può capitare, al momento del ritorno, di uscire e trovare il vostro lucchetto ancora al suo posto e quella bellissima bici nella quale avete investito molti dei vostri risparmi scomparsa.

Oppure, quando comperate la bicicletta più arrugginita e scaccialadri che potete trovare arrivate al lavoro fradici di sudore a causa del cambio che non funziona e coperti di grasso della vostra catena che cade ad ogni incrocio.

O ancora quando arrivate all’ultimo momento e cercate frettolosamente di assicurare la bici a qualunque cosa si trovi a portata di mano per poi ritrovare solo un avviso che vi informa che è stata sequestrata dalle autorità.

Questi sono concreti ostacoli all’uso della bici. E le soluzioni potrebbero sembrare difficili e costose… fino a che non le analizzate bene e le ponete nella giusta prospettiva.

Ci facciamo in quattro per rendere il parcheggio delle automobili facile ed economico. I costi per questo non sembrano mai troppo alti, lo spazio utilizzato mai abbastanza prezioso e le alternative all’auto mai abbastanza valide per essere effettivamente incentivate. Anche se non riusciamo mai a costruire abbastanza parcheggi per tenere il passo della domanda, continuiamo a richiederne – e costruirne – sempre di più. E all’inferno i costi.

Il parcheggio per biciclette, invece, è un pensiero secondario per molte amministrazioni – quando esiste. Il che è davvero una vergogna, dato che può essere un’importante leva di sviluppo economico.

Un recente studio australiano ha dimostrato che i parcheggi per bici funzionano molto meglio i che i parcheggi per auto per generare profitti. In parte questo è dovuto al fatto che le biciclette richiedono così poco spazio che molti più clienti paganti possono parcheggiare proprio di fronte alla porta del vostro esercizio commerciale.

E questi clienti possono avere più disponibilità finanziaria e più predisposizione a spendere nei negozi del quartiere. Altre ricerche hanno dimostrato che chi si sposta a piedi e in bici spende di più nei piccoli negozi sotto casa. [PDF].

Un altro risultato di quest’ultimo studio è il fatto che  i titolari di esercizi che possono trarre beneficio da questa più alta capacità di spesa non ne sono spesso consapevoli. I commercianti sono spesso i sostenitori più accaniti dei posti auto gratuiti su strada.

Ma in alcune delle città più favorevoli alla bicicletta degli USA – per esempio Santa Monica – i titolari delle attività economiche sono tra i primi a comprendere la necessità di parcheggi per biciclette ben visibili e progettati, costruiti secondo i migliori standard che rendono facile ed attraente recarsi in bicicletta presso la loro attività.

Questo non è sicuramente caro. Un normale stallo per biciclette garantisce il parcheggio a due velocipedi e costa tra i 100 e i 300 dollari tra acquisto e posa in opera. A Seattle e Baltimora utilizzano i piantoni dei vecchi parchimetri per contenere i costi e creare al contempo un parcheggio per biciclette attraente.

In confronto il costo medio di un singolo parcheggio per auto negli USA si aggira sui 15.000$

Dei buoni stalli per biciclette hanno anche la funzione di grancassa dell’impegno di un esercente a favore dei suoi clienti ciclisti, della qualità della vita e della sostenibilità. Invece quando i parcheggi per bici sono sistemati malamente o difficili da trovare sono un chiaro messaggio di quanto poco l’esercente tenga in considerazione queste cose.

I parcheggi per bici, come le piste ciclabili e bassi limiti di velocità, possono rappresentare un importante elemento di un approccio integrato teso a rendere un area più favorevole alla mobilità dolce.

Prendiamo l’esempio di Fort Worth, Texas, che ha recentemente sborsato 12.000$ per acquistare e installare 80 stalli per bici in uno dei suoi quartieri commerciali. Ogni stallo serve due biciclette, così il costo equivale a 78$ a spazio. Altri 160.000$ sono stati spesi per eliminare due corsie per auto e sostituirle con due piste ciclabili. Questi cambiamenti hanno portato a un aumento delle entrate di quasi il 200 per cento per i ristoranti di Magnolia Streets.

Nella stessa zona un parcheggio per auto costruito nel 2004 è costato più di 5 milioni di dollari per 320 posti – cioè più di 16000$ a posto. Creare un parcheggio per auto costa più che creare 160 parcheggi per bici.

Con queste cifre non c’è da sorprendersi che amministrazioni e imprese stiano alzando il loro budget destinato ai parcheggi per bici per aumentare il rendimento dei capitali investiti.

Questo a sinistra è quello che negli USA viene chiamato bike corral, un’infrastruttura che sostituisce un posto auto con 11 stalli per bici al costo di 4000$.

A Portland hanno cominciato a costruirli in sordina, studiando il design in collaborazione con i commercianti. Nonostante gli iniziali borbottii di opposizione alla rimozione dei posti auto i corrals adesso si stanno diffondendo a macchia d’olio. Quando i commercianti si uniscono per denunciare che i loro posti auto non si stanno trasformando abbastanza velocemente in posti bici e alcuni di loro iniziano a prendere il progetto nelle proprie mani vuol dire che sta succedendo qualcosa di importante.

In questo momento ci sono 59 bike corrals ben utilizzati in tutta la città che sostituiscono altrettanti posti auto, con una lista d’attesa. E ancora di più sono attualmente in costruzione.

Altre soluzioni di parcheggio, più care ma ancora sorprendentemente convenienti, stanno venendo adottate in città di tutti gli Stati Uniti.  Il parcheggio coperto per bici è ancora un elemento urbanistico piuttosto raro, così come il garage multipiano per biciclette, ma verranno costruiti. La nuova Stazione delle Biciclette di Washington fornisce ai pendolari ferroviari un parcheggio sicuro situato proprio in prossimità del trasporto pubblico. Il concetto di “Bike & Ride” sta iniziando a trasformarsi da una buona idea a una realtà concreta.

Non è necessario che gli imprenditori aspettino che le amministrazioni locali comprendano l’importanza di dotare le loro strade di parcheggi per dipendenti e clienti.  Mentre i garage della maggior parte delle imprese hanno uno o due stalli per biciclette messi in qualche modo da qualche parte, altri tengono seriamente in considerazione il parcheggio per i ciclisti. Alcuni pensano che valga la pena localizzarlo in un luogo centrale e visibile come un’opera d’arte… e un potente messaggio di marketing.

Un buon parcheggio per biciclette è una caratteristica essenziale di un paesaggio urbano ciclabile, e un investimento importante per le città. Quando i ciclisti che arrivano a scuola, al lavoro o in un negozio vengono trattati con lo stesso rispetto delle persone che arrivano in auto questo si traduce immediatamente in un guadagno netto per i budget delle aziende e delle città.

Articolo originale: The economic case for on-street bike parking

##############

L’autrice

Elly Blue è un’attivista in bicicletta che vive a Portland, in Oregon. E’ stata editrice di BikePortland.org, coordinatrice della conferenza Towards Carfree Cities del 2008, tenutasi nella sua città e pedala divertendosi dal 2005. Pubblica una rivista femminista dedicata alla bici chiamata  Taking the Lane. Potete trovarla su Twitter

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...