Spazio Condiviso in Gran Bretagna: Ashford mostra la strada.

Il concetto di spazio pubblico condiviso che da noi è per il momento, appunto, solo un concetto (se si escludono gli spazi condivisi “informali” di qualche città del sud Italia), sta trovando in Inghilterra una forte approvazione da parte di molte Amministrazioni Pubbliche. Tra queste la municipalità di Ashford sembra fare da capofila a un nutrito gruppo di città che stanno cercando di migliorare la qualità dell’ambiente urbano.

Nel Novembre dello scorso anno Ashford completò la prima fase del suo progetto di spazio condiviso, volto a trasformare la sua circonvallazione costruita negli anni settanta in una via urbana di qualità a doppio senso di marcia nella quale automobilisti, ciclisti e pedoni avessero la stessa importanza. Lo schema ha consentito al centro cittadino di diventare più attraente per residenti, visitatori e commercianti.

Lo schema, del costo di 15.6 milioni di sterline è stato adottato dal Kent County Council nell’ambito di un investimento in partnership con il settore privato.

L’arredo stradale non necessario, la segnaletica e i semafori sono stati rimossi e il limite di velocità abbasstato a 20 miglia orarie. L’asfalto è stato sostituito da materiali di alta qualità, i marciapiedi allargati e abbassati per creare un ambiente urbano caratteristico, mentre gli artisti hanno trasformato gli spazi lungo la strada in un ambiente attraente costeggiato da alberi.


Judith Armitt, managing director di Ashford’s Future, l’agenzia che supervisione il programma, ha detto di essere stata piacevolmente sorpresa di come la città abbia in questo modo tracciato un sentiero che ora sta venendo percorso anche da altri. “Questo schema ha reso il nostro centro più attraente per residenti e visitatori e sta avendo un ruolo chiave nel liberare le potenzialità economiche e commerciali di Ashford”.

Paul Carter, presidente del Kent County Council ha detto: “Lo schema è assolutamente fantastico. E’ quello di cui ha bisogno Ashford. E’ molto moderno e attuale, e molto ben progettato. Questo è solo il primo stadio. Dovremo modificare altre superstrade quando troveremo i finanziamenti dal governo o dai privati.”


“Si tratta di un’esperienza completamente differente. E’ uno spazio condiviso dove le persone cambiano i propri comportamenti, sia gli automobilisti che i pedoni. Gli esperti dicono che diventano più prudenti e che ha già funzionato in altri paesi.”

Ben Hamilton-Baillie, un progettista urbano coinvolto nel progetto diAshford, ha dichiarato di non essere affatto sorpreso del fatto che molti urbanisti si stiano svegliando a proposito dell’utilizzo di questo tipo di approccio finalizzato a rivitalizzare gli spazi pubblici.

In Inghilterra sono almeno una dozzina le città che si sono mostrate interessate a una riforma degli spazi pubblici che vada in questo senso.

Fonte: http://www.ashford.gov.uk/news_and_events/latest_news/more_towns_follow_ashford.aspx

About these ads

Una risposta a “Spazio Condiviso in Gran Bretagna: Ashford mostra la strada.

  1. Pingback: I pedoni si prendono la strada e gli automobilisti imparano a convivere. | Nuova Mobilità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...